Proposta progettuale Force

PROPOSTA PROGETTUALE FORCE

Il 24 agosto 2016 una lunga scossa di terremoto di magnitudo 6.0 colpisce le zone del Centro Italia. Le vittime dei crolli sono 299 e quasi 3.000 sfollati.

Croce Rossa Italiana risulta attiva sin dai primi momenti con:

-          Oltre 4.200 volontari e operatori

-          1.500 veicoli utilizzati volontari e operatori C.R.I. impegnati sul territorio

-          Squadre di soccorso Speciale comprese diverse Unità cinofile

-          200 veicoli e mezzi speciali dislocati sul territorio

L’intervento della Croce Rossa dopo il sisma

-          Assistenza sanitaria, assistenza psicologica, servizi socialmente utili rivolti a target specifici (anziani, donne, bambini, persone con disabilità etc.)

-          Rafforzamento attività di protezione civile e primo soccorso, gestione emergenza e post emergenza, realizzazione di strutture di pubblica utilità.

-          Programmi ed attività a sostegno delle fasce vulnerabili e resilienza locale alle calamità naturali, anche attraverso percorsi di formazione partecipata in ottica di community building e capacity building.

IL CONTESTO DI RIFERIMENTO

Il territorio montano dei Sibillini a cavallo delle province di Ascoli Piceno e Fermo, cui appartiene il Comune di Force, è composto da diversi centri abitati per un totale di circa 25.000 abitanti, e fa riferimento al XXIV Ambito Territoriale Socio-sanitario. Il territorio dell’Ambito è stato pesantemente interessato dall’evento sismico a partire dal 24 agosto 2016 con danni ingenti alle strutture sia pubbliche che private. Gli interventi a favore della popolazione si sono intensificati sia sotto l’aspetto prettamente socio-ambientale che psicologico e l’attenzione nei confronti dei bisogni dei cittadini, in special modo dei più fragili, è aumentata perché le problematiche si sono acuite a causa dell’evento.

IL PROGETTO: CENTRO DI INCLUSIONE PER SERVIZI SOCIO - ASSISTENZIALI

L’Ambito Territoriale Sociale del territorio si è sempre distinto per la presa in cura delle persone attraverso la promozione del benessere fisico e innovativi programmi sociali d’intervento che hanno determinato un buon livello di salute dei suoi utenti in carico, ha creato posti di lavoro ed un modello replicato anche in altre strutture residenziali dei comuni montani della zona. A seguito dei gravi danni subiti con le scosse del 30 ottobre, molti «ospiti-utenti» sono stati trasferiti in altre residenze o luoghi adatti ad ospitare. Croce Rossa Italiana ritiene quindi fondamentale intervenire offrendo al Comune di Force una struttura per recuperare i programmi sociali bruscamente interrotti con caratteristiche che consentano vari utilizzi a seconda della necessità: cura delle disabilità, presa in carico degli anziani, speciali programmi di intervento sociale nell’ambito della programmazione socio-assistenziale etc. Il primo utilizzo del nuovo Centro sarà il recupero degli utenti precedentemente ospitati nella struttura «Coser Fratelli Lepre» gravemente danneggiata a seguito del sisma del 30 ottobre, tale struttura socio-sanitaria era stata ristrutturata nel 2011. Al momento non più agibile, essa ospitava circa 14 persone non autosufficienti per gravi patologie (doppia diagnosi) e impiegando 15 giovani del territorio tra operatori ed educatori socio-sanitari

IL CONTRIBUTO DEL COMITATO DI PALAZZOLO SULL’OGLIO

Il comitato di Palazzolo sull’Oglio partecipa al progetto con una quota di 50.000 euro, raccolti mediante donazioni da parte di privati e di imprese della zona.

Scarica il Progetto completo